CALCOLO EREDITA

     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa semplice utility online permette di calcolare le quote ereditarie spettanti a ciascun erede in caso di successione, per quei casi che si verificano con maggior frequenza, una volta determinato il valore dell'asse ereditario (patrimonio); sono previste due ipotesi di successione ereditaria: legittima (senza testamento) e testamentaria (con testamento).

 

***Note e modalità di compilazione dei campi

I parenti che possono ereditare in caso di successione legittima (in mancanza di testamento) sono:

  • Coniuge

  • Figli

  • Fratelli (in assenza di figli)

  • Ascendenti (in assenza di figli)

  • Altri parenti entro il 6° grado (se unici eredi)

I familiari che, in presenza di disposizione testamentaria, hanno diritto alla quota dilegittima (parenti legittimari) sono:

  • Coniuge

  • Figli

  • Ascendenti (in assenza di figli)

 

La quota di legittima è la parte del patrimonio di cui il testatore (colui che redige un testamento) non può disporre, in quanto la legge riserva detta parte ai parenti legittimari, talvota contro le disposizioni testamentarie lasciate dal testatore stesso.

 

La quota disponibile à invece quella parte di patrimonio di cui il testatore può liberamente disporre in favore di chiunque, che può essere anche una persona non legata a lui da rapporti di parentela.

 

Gli ascendenti sono gli avi, cioè coloro che nell'albero genealogico precedono colui che lascia l'eredità (i genitori, i nonni etc.).
NOTA: questo calcolatore prende in considerazione soltanto l'ipotesi in cui al defunto sopravvivano i genitori e non altri avi (come ad esempio i nonni) in quanto, oltre ad essere questione più complessa, si verifica più raramente.

 

In caso di mancanza dei figli, indicare nello stesso campo il numero di nipoti in linea retta (i figli dei figli).

 

I parenti fino al 6° grado sono, ad esempio, i figli di fratelli (cugini), che sono parenti di quarto grado, i nipoti in linea retta dei cugini, che sono parenti di sesto grado.
NOTA: nel campo della maschera indicare solo i parenti di grado più prossimo in quanto questi ultimi escludono dalla successione i parenti di grado ulteriore; ad esempio se vi è un cugino con i suoi due figli occorre indicare nella maschera solo il cugino.

 

Il codice civile stabilisce delle priorità di cui questo calcolatore tiene conto: ad esempio in caso di successione legittima, in assenza del coniuge, i figli escludono tutti gli altri parenti dall'eredità; parimenti in assenza del coniuge, dei figli e degli ascendenti, i fratelli del defunto ereditano tutto il patrimonio, escludendo eventuali altri parenti di grado successivo, come ad esempio i cugini del defunto che sono parenti di quarto grado.

 

Se desiderate approfondire le parentele leggete le nostre 'istruzioni per l'uso' relative ai legami di parentela.

Nel caso in cui non sia possibile determinare il valore complessivo del patrimonio si può comunque utilizzare il calcolatore, indicando una cifra 'fittizia' (es: € 100.000), in quanto vengono riportate anche le percentuali di attribuzione delle singole quote.


La collazione

La collazione à l'atto con cui i discendenti e il coniuge del defunto imputano alla propria quota ereditaria quanto hanno ricevuto dal defunto in donazione. 
Pertanto le eventuali donazioni effettuate in vita dal defunto dovranno essere tenute in considerazione nella quantificazione della quota ereditaria individuale.

 

© 2018 Sodale Juris . Associazione Forense